lunedì 24 ottobre 2011

3 FUCILIERI DI HELLDORADO

Ecco uno dei "cumpa della Cricca", Mastro Fabri, che ci regala l'ultima sua creazione: i fucilieri di HellDoraado.
Spero di riuscire a postare qualcos'altro di questo gioco che personalmente non conosco, ma che Fabri trova molto interessante.

domenica 16 ottobre 2011

2 BESTIE CONTRO ORCHI

Quest è una delle prime partite documentate del gruppo.
Alcuni di noi avevano già elementi scenici derivanti da altri gruppi di gioco, alcuni edifici sono invece stati realizzati (o completati) per la causa di Mordheim.
La cattedrale è uno dei miei edifici preferiti: con tutte quelle aperture e le balconate su cui potersi arrampicare rappresenta un elemento tattico non indifferente. L'edificio sulla sinistra (anche se da questa foto non si capisce) ha due piani, ed è sopranniminato "Casa delle bambole". Alcuni di noi lo adorano, altri lo evitano come la peste. Due piani possono essere un'arma a doppio taglio.

Le Bestie di SatanAldo si scontrano contro i rissosi orchi di Ale... Credo sia passato troppo tempo, era una delle prime partite e non mi ricordo più come sia poi andata a finire... Diciamo pari? ;)

Gli Squig sono una gran rottura, con il loro movimento imprevedibile ce li si ritrova sempre in mezzo ai piedi, o sulla linea di tiro, come bersaglio più vicino. Il Centigor, pur essendo prevedibilissimo, causa un sacco di problemi con il suo galoppante caricare e travolgere. A volte la sua incontrollabile dedizione all'alcool lo rende troppo sbronzo per combattere. Tutto sommato la bestia regge bene, maledizione!

Anche quei cagnacci corrono a perdifiato per tutto il tavolo da gioco: ti distrai un attimo e ti li trovi che sbucano da dietro un angolo, tagliandoti la via fuga o distraendoti dall'attacco frontale.
Orchi e Goblin fanno numero, ma sono rissosi e talvolta se le danno fra di loro di santa ragione. Purtroppo anche la superiorità numerica, a discapito della forza dei singoli pezzi, può servire per vincere la partita, a maggior ragione se poi lo sciamano degli orchi prende un'abilità che gli consente di ritirare il primo Test di Rotta fallito!

martedì 11 ottobre 2011

1 BENVENUTI

"L'invenzione che ci ha cambiato la vita non è stata la ruota, bensì il dado!"
[Anonimo saggio]

Dadi&Pennelli, perfetto connubio che unisce la passione per il gioco a quella per la pittura, del collezionismo, ovvero il considerare in maniera più adulta (ma quando mai!) la passione per il gioco, abbinarlo ad un'arte (piccola arte, stante i 28 millimetri della maggior parte delle miniature che si usano per giocare), ad una passione più riflessiva, impegnativa, adulta appunto (...Il negozio di pittura è chiuso??? Ho finito la lavatura nera, come finisco il mio pupazzo...??? Siete cattivi, cattivi!!!)
Dadi come tutti quelli usati per i giochi da tavolo, i giochi di ruolo, di tutte le fogge, colori e misure. E pennelli per dare vita ai PG con cui giochiamo a Dungeons&Dragons, piuttosto che a Star Wars, Sine Requie, Arkham Horror, e chi più ne ha più ne metta.

Forse anche Pennelli&Dadi, per significare un diverso approccio al sopracitato connubio: qualcuno di noi ha dipinto per alcuni anni prima di decidersi a scendere in campo con eserciti e bande. Altri ci sono arrivati attraverso il videogioco (che quindi non sempre rappresenta una distorta e pericolosa visione della realtà dalla quale non se ne esce più e bla bla bla...), o il gioco di ruolo. Tutto questo è solo per dire che siamo un gruppo etereogeneo, ognuno con le proprie preferenze, le proprie idee, che ad un certo punto della vita si sono ritrovati intorno ad un tavolo da gioco con in mano il manuale di Mordheim. Il gioco è vecchio, anzi vetusto, lo sappiamo. Ce ne sono molti altri, ma noi siamo partiti da qui. E non abbiamo ancora finito.
In questo blog cercheremo di trattare diversi aspetti del mondo ludico, diversi tipi di giochi (di ruolo, da tavolo, di miniature), ma vorrei spendere giusto due parole sul perchè di Mordheim, e nello specifico del gioco skirmish piuttosto che uno più complesso, come il WH40K o il Fantasy, dove si muovono veri e propri eserciti.

1. Costa di meno :)
2. Se si ha voglia di dipingere centinaia di pezzi ci si troverà con quasi tutte le bande pronte con cui poter giocare, il che rende il tutto più vario; altrimenti ci metterete molto meno tempo per scendere in campo con i pezzi della vostra banda pronti e dipinti. Inoltre vi potrete portare in giro le miniature con molto meno ingombro.
3. Le regole sono più semplici
4. Le regole sono più belle: i personaggi della banda crescono e acquisiscono esperienza, un po' come nel gioco di ruolo. E vi ci affezionerete davvero.

Quindi buona lettura e buon divertimento a tutti gli appassionati e non e a coloro che avranno voglia di venire a leggerci di tanto in tanto.